expand_less

QUALE

CANTIERE

VUOI

ESPLORARE?

Seleziona il cantiere di interesse

Torino - Lione

Autostrada del Mediterraneo (A2)

TORINO - LIONE

Tipologia

Ferrovia

Da-a

Torino - Bussoleno

Lunghezza

15 Km

Apertura

2003

Gestore

RFI

AUTOSTRADA DEL
MEDITERRANEO (A2)

Tipologia

Autostrada

Da-a

Fisciano - Villa San Giovanni

Lunghezza

436 Km

Apertura

1967

Gestore

Anas

La pagina potrebbe impiegare alcuni secondi per il caricamento...

ALLA SCOPERTA DI

TAV • TORINO - LIONE

  • DENTRO IL CANTIERE
  • DATA INTELLIGENCE

IL CANTIERE
IN NUMERI

IL CANTIERE
NEL TEMPO

IL CANTIERE
IN 3D

Lo sapevi che?

40.000 rilevamenti ambientali

Il 5% del budget dell’intera opera è stato dedicato al monitoraggio ambientale.

1.049 richieste antimafia al 30/09/2017

La Prefettura ha emesso finora due “interdittive”, ovvero l’esclusione delle aziende non idonee.

2.000 visitatori

Delle 460 imprese coinvolte 211 (43,23%) sono della Provincia di Torino e 67 (13,06%) della Valle.

L’UE finanzia per il 40% l’intera opera, l’Italia e la Francia il restante 60%.

Fonte: Telt - Sas

IL CANTIERE
IN NUMERI

IL CANTIERE
NEL TEMPO

IL CANTIERE
IN 3D

Ripercorriamo le date più importanti insieme

12 sett 2017
La Commissione tecnica per la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) del Ministero promuove…
La Commissione tecnica per la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) del Ministero promuove il cunicolo esplorativo alla Maddalena di Chiomonte, specificando che l’opera non solo ha consentito di confermare il quadro conoscitivo dell’ammasso roccioso d’Ambin, fondamentale per la realizzazione del tunnel di base del Moncenisio, ma in alcuni casi le condizioni reali sono risultate ancora migliori delle previsioni progettuali, soprattutto per gli aspetti geomeccanici e idrogeologici.
15 febb 2017
Viene terminato lo scavo del tunnel La Maddalena raggiungendo 7.020 metri dall’imbocco.
16 apr 2012
Apre il cantiere del tunnel diagnostico La Maddalena.
2010
LTF, dopo aver presentato il progetto definitivo e il SIA......
LTF, dopo aver presentato il progetto definitivo e il SIA del cunicolo esplorativo de La Maddalena, pubblica l’avviso di avvio del procedimento. Il CIPE, con delibera n. 86/2010, approva con prescrizioni il progetto definitivo del Cunicolo esplorativo de La Maddalena.

IL CANTIERE
IN NUMERI

IL CANTIERE
NEL TEMPO

IL CANTIERE
IN 3D

Principali indicatori relativi alla Torino Lione

Il dataset contiene gli estremi dell'avanzamento per i principali interventi con relativi indicatori (KPI Key Performance Indicator).

I dati sono elaborati con la collaborazione del DIPE della Presidenza del Consiglio dei Ministri, anche attraverso l'uso del sistema informativo MIP/CUP. I dati sono utilizzati per l'applicazione OpenCantieri


Fonte: Open Data MIT

Scopri l'evoluzione per immagini nel tempo

La pagina potrebbe impiegare alcuni secondi per il caricamento...

ALLA SCOPERTA DI

AUTOSTRADA DEL MEDITERRANEO

  • DENTRO IL CANTIERE
  • DATA INTELLIGENCE

IL CANTIERE
IN NUMERI

IL CANTIERE
NEL TEMPO

IL CANTIERE
IN 3D

Lo sapevi che?

436 Km

74 svincoli

Lo svincolo "CAMPOTENESE" a 1050 slm è tra i più alti d'Europa.

190 gallerie

La galleria "SERRA ROTONDA" si snoda per 3800 mt ed è la più lunga del sud Italia.

480 ponti

Il viadotto "ITALIA" è secondo in Europa per altezza e quarto al mondo per viabilità ordinaria.

Fonte: ANAS

IL CANTIERE
IN NUMERI

IL CANTIERE
NEL TEMPO

IL CANTIERE
IN 3D

Ripercorriamo le tappe più importanti insieme
22 dic 2016
Il taglio del nastro
L’Anas, presieduta da Gianni Vittorio Armani, ha aperto al traffico, con oltre un anno di anticipo …
L’Anas, presieduta da Gianni Vittorio Armani, ha aperto al traffico, con oltre un anno di anticipo sulla data di consegna dei lavori, la Galleria Larìa. Era l’ultimo grande cantiere: la A3-Salerno Reggio Calabria è finita.
10 ott 2016
Completata l’ultima galleria
Viene abbattuto il diaframma della canna nord della nuova galleria “Laria”, a Laino Borgo, in Provincia di Cosenza.
Viene abbattuto il diaframma della canna nord della nuova galleria “Laria”, a Laino Borgo, in Provincia di Cosenza. Il tunnel - lungo oltre 600 metri - è l’ultima opera in fase di completamento nel Macrolotto 3.2 ed è la più complessa dell’intero tratto. La realizzazione della nuova galleria “Laria”, posta in variante rispetto al tracciato esistente, non ha determinato impatti sulla viabilità, nemmeno durante i periodi critici dell’esodo estivo. Il 24 ottobre 2016 è stato abbattuto il diaframma della canna sud della nuova galleria “Laria”: l’ulteriore passaggio segna la conclusione delle attività di scavo di tutti i tunnel della nuova autostrada.
26 lug 2016
Riapertura del viadotto “Italia"
Viene abbattuto il diaframma della canna nord della nuova galleria “Laria”, a Laino Borgo, in Provincia di Cosenza. Il tunnel - lungo oltre 600 metri - è l’ultima opera in fase di completamento nel Macrolotto 3.2 ed è la più complessa dell’intero tratto. La realizzazione della nuova galleria “Laria”, posta in variante rispetto al tracciato esistente, non ha determinato impatti sulla viabilità, nemmeno durante i periodi critici dell’esodo estivo. Il 24 ottobre 2016 è stato abbattuto il diaframma della canna sud della nuova galleria “Laria”: l’ulteriore passaggio segna la conclusione delle attività di scavo di tutti i tunnel della nuova autostrada.
10 mar 2016
Mormanno, apertura galleria Laria.

IL CANTIERE
IN NUMERI

IL CANTIERE
NEL TEMPO

IL CANTIERE
IN 3D

Principali indicatori relativi all’A2

Il dataset contiene gli estremi dell'avanzamento per i principali interventi con relativi indicatori (KPI Key Performance Indicator).

I dati sono elaborati con la collaborazione del DIPE della Presidenza del Consiglio dei Ministri, anche attraverso l'uso del sistema informativo MIP/CUP. I dati sono utilizzati per l'applicazione OpenCantieri


Fonte: Open Data MIT

Scopri l'evoluzione per immagini nel tempo

ALLA SCOPERTA DI

TAV • TORINO - LIONE

  • DENTRO IL CANTIERE
  • DATA INTELLIGENCE

Le Conversazioni sulla Torino Lione

Come si discute della Torino Lione in lingua italiana e in lingua francese

L'82,7% delle conversazioni raccolte su Twitter sono in lingua francese.


Gli obiettivi e i vantaggi dell’opera sembrano essere percepiti molto di più dai cittadini transalpini: l'82,7% delle conversazioni raccolte su Twitter sono infatti in lingua francese.


Fonte: Twitter API

Le Conversazioni sulla Torino Lione

Le dieci parole più usate su Twitter per parlare del cantiere Torino Lione.

Le conversazioni su Twitter in lingua italiana sull’opera Torino Lione da settembre a novembre 2017 si sono concentrate su tematiche politiche.


La contrapposizione tra NOTAV e sostenitori TAV hanno dominato le discussioni. Prevalgono anche le tematiche bilaterali tra Italia e Francia con riferimento a Macron e vertice. L’account Twitter ufficiale dell’opera (@telt_tunnel) esplicita i vantaggi della stessa: le connessioni rese possibili grazie ai corridoi europei (#TEN_T) permetteranno ai cittadini di muoversi rispettando l’ambiente e soprattutto alle merci di venir distribuite in maniera più veloce e sostenibile.Gli obiettivi e i vantaggi dell’opera sembrano essere percepiti molto di più dai cittadini transalpini: l'82,7% delle conversazioni raccolte su Twitter sono infatti in lingua francese.


Fonte: Twitter API

Dimensione economica dei lavori

L'andamento temporale della dimensione economica dei lavori de La Maddalena da gennaio 2017

Dalla sua apertura nel 2012 nel cantiere de La Maddalena sono state occupate fino a 170 persone.


Delle 460 imprese coinvolte 211 (43,23%) provenivano della Provincia di Torino e 67 ( il 13,06%) proprio dalla Val Susa. Molte e diversificate sono state le attività lavorative connesse al cantiere, dalle attività core di scavo meccanizzato alle operazioni di rilievo geologico, idrogeologico e geomeccanico, fino ai monitoraggi geofisici. Quasi la metà del cumulo degli affidamenti economici del cantiere è stato destinato al territorio della Valle di Susa o della città di Torino (rispettivamente il 23,9% e il 22,6%).


Fonte: Telt - Sas

Come sono stati distribuiti i lavori della TAV sul territorio?

Le imprese coinvolte sul territorio: i numeri

Delle 460 imprese coinvolte 211 (43,23%) provenivano della Provincia di Torino e 67 ( il 13,06%) proprio dalla Val Susa.


Molte e diversificate sono state le attività lavorative connesse al cantiere, dalle attività core di scavo meccanizzato alle operazioni di rilievo geologico, idrogeologico e geomeccanico, fino ai monitoraggi geofisici. Quasi la metà del cumulo dei lavori del cantiere è stato destinato al territorio della Valle di Susa o della città di Torino (rispettivamente il 23,9% e il 22,6%).


Fonte: Telt - Sas

La Torino - Lione e l'ambiente

PH delle acque superficiali del torrente Dora Riparia in relazione alle soglie consentite.

In tutti i periodi di rilevamento il ph delle acque superficiale è risultato compresi nella forchetta di soglia centrale.


Le analisi di Arpa Piemonte hanno evidenziano gli scostamenti dai valori delle soglie determinati dall’agenzia stessa relativamente a temperatura, conducibilità, potenziale redox, ossigeno disciolto e Ph. Considerando ad esempio questi ultimi due parametri, in tutti i periodi di rilevamento i valori sono risultati compresi nella forchetta di soglia centrale. Per le acque superficiali l’attività di monitoraggio è stata svolta con misure chimico-fisiche mensili in corrispondenza del Torrente Clarea e della Dora Riparia.

Fonte: Complessivo ARPA Piemonte | Dati Telt ARPA Piemonte | Valutazioni ARPA

La Torino - Lione e l'ambiente

Ossigeno disciolto nelle acque superficiali del torrente Dora Riparia (%)

In tutti i periodi di rilevamento l'ossigeno disciolto è risultato compresi nella forchetta di soglia centrale.


173 milioni di euro (il 5% del budget dell’intera opera), 66 centraline di misura, 135 parametri misurati e oltre 40 mila misurazioni. Sono i numeri del monitoraggio ambientale che ha interessato il cantiere de La Maddalena e l’area circostante. Le verifiche sono state effettuate da ISPRA, ASL e soprattutto dall’ARPA Piemonte, che ha svolto rilevazioni autonome e ha confrontato i risultati con quelli ottenuti dai campionamenti ottenuti da TELT. Polveri, radiazioni, amianto, acque, rumore, vibrazioni: in nessun caso sono emerse criticità rilevanti.
Per le acque superficiali l’attività di monitoraggio è stata svolta con misure chimico-fisiche mensili in corrispondenza del Torrente Clarea e della Dora Riparia. Le analisi di Arpa Piemonte hanno evidenziano gli scostamenti dai valori delle soglie determinati dall’agenzia stessa relativamente a temperatura, conducibilità, potenziale redox, ossigeno disciolto e Ph. Considerando ad esempio questi ultimi due parametri, in tutti i periodi di rilevamento i valori sono risultati compresi nella forchetta di soglia centrale.

Fonte: Complessivo ARPA Piemonte | Dati Telt ARPA Piemonte | Valutazione ARPA | Tuteliamo il territorio

Rumore da traffico veicolare

I valori massimi minimi e medi del rumore da traffico veicolare rispetto alle soglie consentite.

Tutti i valori si mantengono nel tempo al di sotto della soglia consentita.


Per ogni punto di rilievo Arpa ha riscontrato generale congruità dei valori rispetto al Piano di Monitoraggio Ambientale (PMA). Nella quasi totalità dei casi non sono stati rilevate variazioni significative rispetto ai livelli precedenti all’inizio dei lavori. In corso d’opera, eventuali alterazioni del clima acustico a danno dei lavoratori e dei cittadini avrebbero potuto essere provocate sia dai lavori di estrazione e deposito dei materiali di scavo, sia dal movimento dei mezzi d’opera.

Fonte: Complessivo ARPA Piemonte | Dati Telt ARPA Piemonte | Valutazione ARPA | Tuteliamo il territorio

Rumore del cantiere

Rumore del cantiere - Livelli [dB(A)], Scuole elementari Susa

Per ogni punto di rilievo Arpa ha riscontrato generale congruità dei valori rispetto al Piano di Monitoraggio Ambientale (PMA).


Nella quasi totalità dei casi non sono stati rilevate variazioni significative rispetto ai livelli precedenti all’inizio dei lavori.
In corso d’opera, eventuali alterazioni del clima acustico a danno dei lavoratori e dei cittadini avrebbero potuto essere provocate sia dai lavori di estrazione e deposito dei materiali di scavo, sia dal movimento dei mezzi d’opera.

Fonte: Complessivo ARPA Piemonte | Dati Telt ARPA Piemonte | Valutazione ARPA | Tuteliamo il territorio

Vibrazioni diurne

Vibrazioni diurne (mm/s) e soglia effetti sugli edifici

In generale, i dati sugli effetti delle vibrazioni causate dalle attività di cantiere e dei mezzi pesanti sono risultati al di sotto dei valori di soglia.


Il monitoraggio ha valutato anche gli effetti delle vibrazioni causate dalle attività di cantiere e dei mezzi pesanti. Relativamente a questi parametri Arpa ha analizzato le rilevazioni condotte da TELT. In generale i dati rilevati sono risultati al di sotto dei valori di soglia. In un solo intervallo di rilevazione Arpa ha concluso che particolari lavorazioni potevano superare i limiti di disturbo eventualmente indotto alle persone negli edifici.

Fonte: Complessivo ARPA Piemonte | Dati Telt ARPA Piemonte | Valutazione ARPA | Tuteliamo il territorio

ALLA SCOPERTA DI

AUTOSTRADA DEL MEDITERRANEO

  • DENTRO IL CANTIERE
  • DATA INTELLIGENCE

Osservatorio sul Traffico: aumentano i veicoli al Sud

Nel 2017 si registra un incremento dell'indice di mobilità urbana nell'area SUD (Campania, Puglia, Calabria, Basilicata). È consistente la crescita relativa al mese di luglio 2017.

L’Anas s.p.a., concessionario della rete stradale e autostradale d’interesse nazionale, realizza mensilmente un Osservatorio del Traffico, bollettino mensile di rilevazione del traffico stradale.


I dati vengono raccolti attraverso il Sistema automatico di Rilevamento Statistico del Traffico e inviati al sistema di monitoraggio centralizzato denominato PANAMA (Piattaforma Anas per il Monitoraggio e l’Analisi). Quest’ultimo provvede alla verifica ed elaborazione dei trend dell’Indice di Mobilità Rilevata (IMR), calcolato come rapporto veicoli/giorno. I dati aggregati su base territoriale evidenziano un aumento del traffico automobilistico nelle strade del Sud Italia - ci si riferisce alle regioni Campania, Puglia, Calabria e Basilicata - dal 2016 al 2017.


Fonte: Strade ANAS

Osservatorio sul Traffico: variazione nel mese di luglio

Il confronto tra Luglio 2016 - Luglio 2017

Alla conclusione dell'A2 si assiste a un notevole incremento dell'IMR nel mese di luglio 2017 rispetto all'anno precedente.


I dati aggregati su base territoriale evidenziano un aumento del traffico automobilistico nelle strade del Sud Italia - ci si riferisce alle regioni Campania, Puglia, Calabria e Basilicata - dal 2016 al 2017. Si registra un Indice di Mobilità Rilevato più alto nei mesi estivi sia nel 2016 che nel 2017, considerate le numerose mete turistiche raggiungibili attraverso le strade del SUD. Giugno, Luglio e Agosto 2017, primi mesi estivi trascorsi dalla chiusura dell’Autostrada del Mediterraneo, hanno visto un incremento consistente dell’IMR rispetto al 2016. In particolare, è consistente la crescita relativa al mese di luglio: +4% di veicoli in totale, di cui +6% nei giorni Festivi e + 3% nei Feriali.


Fonte: Strade ANAS

Il bacino del Mediterraneo e i porti italiani

I primi dieci porti italiani per flusso merci (calcolata sul totale delle merci trasportate, imbarcate e sbarcate)

Gioia Tauro è il primo porto dell’area Sud, con 40.971 tonnellate.


Il sistema portuale italiano ha movimentato nel 2016 oltre 400.000 tonnellate di merci. Gioia Tauro è il primo porto dell’area Sud, con 40.971 tonnellate, risultando quindi terminale di primaria importanza per il quadrante meridionale.
In relazione all’indicatore Movimento Contenitori per i principali porti italiani, Gioia Tauro è il primo scalo per l’anno 2016 con una percentuale pari al 27,5% (2.762.000 TEU). Seguono Genova con il 22,9% (2297917 TEU) e La Spezia con il 12,7% (1.272.425 TEU) ( elaborazione dati Assoporti per il 2016)


Fonte: Assoporti | OpenData MIT | ISTAT

Il bacino del Mediterraneo e i porti italiani

Percentuale Sbarchi / Imbarchi / Trasbordi di TEUs 2016

In relazione all’indicatore Movimento Contenitori per i principali porti italiani, Gioia Tauro è il primo scalo per l’anno 2016 con una percentuale pari al 27,6% (2.762.000 TEU).


Il posizionamento geografico del Mezzogiorno è fondamentale per l’incremento dei traffici marittimi futuri, in ragione dell’implementazione e del miglioramento dei collegamenti intermodali.
Gioia Tauro, collocato al centro del bacino del Mediterraneo, rappresenta il più importante hub di transhipment italiano.


Fonte: Assoporti | OpenData MIT | ISTAT

Calabria: flusso merci (dati Istat)

Tonnellate di merci scaricate in Calabria per territorio di carico, dati Istat 2015

Le percentuali maggiori di arrivo merci in Calabria si riferiscono alle regioni limitrofe: Campania, Puglia, Basilicata, Sicilia.


Questi dati confermano l’importanza dei collegamenti stradali e il ruolo svolto dall’Autostrada del Mediterraneo nel consentire un maggiore afflusso di traffico di merci da e verso la Calabria. Da un punto di vista logistico la Regione risulta essere punto di snodo intermodale e terminale della dorsale del Corridoio TEN-T Scandinavo-Mediterraneo. Il Corridoio attraversa 7 Paesi Membri dell’UE (Finlandia, Svezia, Danimarca, Germania, Austria, Italia, Malta) e un Paese dell’area economica europea (Norvegia). Sono coinvolti i principali centri urbani della Scandinavia (Oslo, København, Stoccolma, Helsinki), della Germania (Brema, Amburgo, Rostock, Hannover, Berlino, Wurzburg, Norimberga, Monaco di Baviera), dell’Austria (Innsbruck), dell’Italia e di Malta (Verona, Bologna, Firenze, La Spezia, Livorno, Ancona, Roma, Napoli, Bari, Taranto, Gioia Tauro, Palermo, La Valletta)

Fonte: ISTAT | MIT

Salerno Reggio Calabria o Autostrada del Mediterraneo?

Le parole più usate su Twittter dagli utenti per parlare di Autostrada del Mediterraneo e di Salerno Reggio Calabria .

L’analisi di Data Intelligence, che ascolta le conversazioni Twitter degli utenti sul tema, evidenzia una predominanza nell’uso del termine Salerno Reggio Calabria da parte degli automobilisti. L'Autostrada del Mediterraneo è oggetto di conversazioni istituzionali.


Con questo nome si parla del tema “traffico” e dei “km” percorsi. Ad utilizzare il termine “Autostrada del Mediterraneo” sono le Istituzioni. La chiusura dei lavori è legata al programma dei “millegiorni” e “impegno mantenuto”. L’Autostrada del Mediterraneo viene definita su Twitter come “smart road”, essendo la prima strada italiana predisposta per la guida autonoma. L'autostrada verrà dotata di infrastrutture wireless di ultima generazione che permetteranno il dialogo Autostrada-utente e Autostrada-Veicolo. Il tutto senza dimenticare la sostenibilità ambientale: si prevede la realizzazione di aree denominate Green Island in cui verrà prodotta energia elettrica rinnovabile, fotovoltaica e/o eolica.


Fonte: Autostrada del Mediterraneo | Twitter API